ugg niños ROCK ISLAND FRANCESCO DE GREGORI

comprar botas tipo ugg ROCK ISLAND FRANCESCO DE GREGORI

A Roma c una cantina, il Folk Studio, luogo d verso la fine degli anni di alcuni giovani autori con l teso alla ballata americana (cio a Dylan). Tra questi ci sono De Gregori, Venditti, Locasciulli, Gaetano, Lo Cascio, Zenobi, De Angelis. La sua visione pittorica, da impressionista. Sa che la vita ha una casualit straordinaria e una molteplicit di fatti e visioni. C dipinse pi volte il monte Sainte Victoire perch sapeva benissimo di non trovarsi mai di fronte alla stessa montagna.

E De Gregori fa lo stesso; cerca di portare dentro i suoi versi le prospettive cangianti. Raccoglie la vita in linee essenziali, in movimenti che si percepiscono solo in controluce. Prende i piani diversi dell e li accosta. O li mischia. E se la realt sfuggente, allora anche la parola che la descrive si fa oscura e inafferrabile. Ma intrigante.

Ogni canzone una prosa imperturbabile in cui De Gregori bandisce i sentimentalismi e d solo pochi tratti per spiegare il dolore. Non vi dar mai la sua stessa disperazione o l dell n il piagnisteo retorico su cui si reggeva la vecchia canzone all E non spende parole che si usano comunemente per descrivere i fatti: De Gregori vuole uscire dallo stereotipo, non essere banale, incuriosire. Ma detto cos vi costringe a compiere un oltre quella riga, a saltare un passaggio logico. Con la matematica non si potrebbe fare, ma con la letteratura s E in questo attimo sospeso a mezz nasce il miracolo, la poesia.

Rimmel invece una canzone di addio. Lei ha barato andandosene via. Ogni cosa sembra partecipare a questa euforia leggera: il fiore, la monetina, il biglietto scaduto. Tutti oggetti che non appartengono alla tipologia classica della canzone d se tale vuole essere. Ancora due persone a scommettersi la vita, un uomo e una donna. Ma questa volta lui a vincere perch sa saltare sui vetri e spezzare bottiglie senza farsi mai male. Vince sempre. L cosa che pu ferirlo l la partenza della compagna appena incontrata.

ti offre la sua ultima carta, il suo ultimo prezioso tentativo di stupire quando dice “e quattro giorni che ti amo, ti prego non andare via, non lasciarmi ferito”. E non hai capito ancora come mai gli hai lasciato in un minuto tutto quel che hai, per stai bene dove stai. Non c bisogno di svelare ogni mistero, ogni gioco, ogni metafora. Sapere se quel Pablo sia davvero il poeta a cui tutti pensano, o smascherare l dei Quattro cani piuttosto che del Signor Hood sulla strada di Pescara, in fondo, non serve.
ugg niños ROCK ISLAND FRANCESCO DE GREGORI