botas ugg primark Archivio Romano Lil giornata

ugg store Archivio Romano Lil giornata

Firenze, 27 aprile. ?Immaginare il futuro tra il Passato e presente?: un giorno dedicato ai diritti e al rispetto della diversit culturale di Rom e Sinti. La manifestazione, in occasione della 36 giornata internazionale del Popolo Rom, organizzata da Arci Toscana e Arci Firenze, Telefono Azzurrorosa, Assessorato all?Accoglienza e all?integrazione del Comune di Firenze e Associazione Amalipe Romano. Due appuntamenti per ricordare l?Olocausto Zingaro e con frontarsi sul rispetto dei diritti delle minoranze.

La mattina, presso la sede Arci, la tavola rotonda cui parteciper il Sottosegretario Ministero della Solidariet Sociale, Cristina De Luca. Il pomeriggio proiezione, alla presenza del regista, di forza di essere vento. Lo sterminio nazista degli Zingari documentario che racconta persecuzioni del passato e intolleranza del presente verso Sinti e Rom.

Un giorno dedicato ai diritti e al rispetto della diversit culturale di Rom e Sinti. Arci Toscana e Arci Firenze, Associazione Amalipe Romano, Telefono Azzurrorosa e Assessorato all?Accoglienza e all?integrazione del Comune di Firenze in occasione della 36 giornata internazionale del Popolo Rom organizzano ?Immaginare il futuro tra il Passato e presente?.

Il prossimo venerd 27 aprile, due appuntamenti per ricordare l?Olo causto Zingaro e confrontarsi sul rispetto dei diritti delle minoranze.

Dalle 9,30 alle 13,00, la sede dell?Arci in piazza dei Ciompi 11 ospita la tavola rotonda cui parteciper il Sottosegretario Ministero della Solidariet Sociale, Cristina De Luca. Un incontro di discussione cui parteciperanno l?On. Mercedes Frias parlamentare Rifondazione Co munista Sinistra Europea; Gianni Salvadori Assessore Regionale alle Politiche Sociali; Lucia De Siervo Assessore all?accoglienza e inte grazione Comune di Firenze; Stefania Collesei Presidente Quartiere 5; Roberto Ermanni Accoglienza Toscana Arci; Laura Grazzini Coordi namento Nazionale Rom Arci; Nicola Solimano Fondazione Michelucci. Introduce l?incontro Demir Mustafa presidente Associazione Amalipe Romanó. Coordina Vincenzo Striano, presidente Arci Toscana.

Dalle 16, presso Circolo Arci ?Il Progresso? (via Vittorio Emanuele 135, Firenze), proiezione, alla presenza del regista, di forza di essere vento. Lo sterminio nazista degli Zingari documentario che racconta persecuzioni del passato e intolleranza del presente verso Sinti e Rom, dal Porrajmos e alla convivenza nell?Europa di oggi. Oltre a Paolo Finzi autore del documentario, interverranno tra gli altri Ugo Caffaz Consigliere Comunale DS e dirigente della Regione Toscana; Francesca Chiavacci Presidente Arci Firenze; Luca Bravi Universit di Firenze; autore di studi sullo sterminio nazista dei rom.

A seguire cena con piatti tradizionali, e balli danze poesie con poeti e musicisti Rom.

Info: tel. 055 26297237 ? 055 26297261.

L?8 aprile si celebra in tutto il mondo il Romano Dives: il giorno della nazione Rom. A ricordare l aprile 1971 quando a Londra si riun il primo congresso internazionale del popolo rom e si costitu la Romani Union, la prima associazione mondiale dei Rom riconosciuta dall?ONU nel 1979. ?I Rom si riconoscono come nazione disse quel giorno Rishi, uno dei loro portavoce, ma non vogliono un pezzo di terra perché rivendicano il loro migrare ma pretendono uguali diritti di cittadinanza?. Parole nobili ed utopiche visto che anche oggi essere Rom vuol dire essere straniero per antonomasia e come tale soggetto al sospetto, discriminazione ed esclusione.

Fra i promotori del primo congresso internazionale furono soprattutto Jarko Jovanoci della Jugoslavia, Mato Maximoff della Francia e Donald Kenrick dall?Inghilterra. Durante il Congresso venne scelto l?inno, il ?Gelém gelém? (camminando camminando), composto nel 1969 da Zarko Jovanovic, e la bandiera. La bandiera raffigura una ruota, simbolo dell?eterno cammino, su sfondo diviso in due parti: sopra l?azzurro del cielo, sotto il verde dell?erba.

L?8 aprile diventato ufficialmente Romano dives (giorno ?romano?) nel 1990 a Varsavia nel corso del quarto congresso internazionale. Una ricorrenza in cui Rom, Sinti, Kalé, Manouche e Romanichals portano fiori e candele (lumini) lungo le rive dei fiumi del mondo: la via percorsa durante le loro migrazioni.

ROMA NATION DAY: LA GIORNATA DEI ROM

Dalle sorgenti dell?Indo, sull?altopiano del Sindh in India, sul fiume Giordano in Israele, sul Tamigi a Londra, sul Danubio a Belgrado, sul Sacramento negli Stati Uniti, sull?Arno a Firenze ed in moltissimi altri fiumi e citt si svolgeranno manifestazioni per commemorare una giornata di un popolo senza nazione ma che abita il mondo. Un popolo che pensa che le frontiere sono linee artificiali tracciate per dividere gli uomini. La cerimonia prevede fiori e petali da gettare in acqua, a commemorare le anime dei loro morti ma anche a ricordare le persecuzioni passate e presenti. Candele da accendere nella notte per illuminare l?eterno cammino. Una giornata di festa ma anche di riflessione e di solidariet verso il popolo rom. (Unione Nazionale e Internazione di Rom e Sinti in Italia) di una passata edizione del ?romano dives?.

Ancora una volta ci stiamo preparando a celebrare il nostro Nation Day. Il giorno in cui dimostriamo al mondo la nostra fratellanza, la nostra unit, il nostro comune destino.

L?anno scorso, dalle rive di 40 fiumi attorno al globo, dal Gange alle Garonne, dal mitico Volga al Vardar, attraverso il Dunay fino alla Plata in Argentina, ci siamo riuniti, per gettare in acqua i fiori in ricordo dell?esodo dei nostri antenati dalla nostra terra madre India.

Quest?anno, accanto alle molte e grandi riunioni tradizionali che avverranno principalmente nell?Europa centrale e orientale, i fratelli e le sorelle in India vorrebbero aggiungere la loro luce all?oc casione. Noi qui sorgeremo al tramonto dell?8 aprile e ci radu neremo per accendere le candele. Che le nostre piccole fiamme possano illuminarvi la via e guidarvi verso il Roma Nation Day.

Chi desidera accenda le candele con noi

e che la nostra onda di luce possa attraversare tutto il mondo

Iniziando dall?India, dove la nostra nazione ha le sue origini, che si accendano le Candele! E noi stiamo pensando oltre a tutto il nostro popolo in Europa e nelle Americhe ? a quelli che ci hanno mandato messaggi dall?Iran, dalla Turchia, dalla Giordania, dalla Georgia.

ACCENDIAMO LE CANDELE NEL NOSTRO ROMA NATION DAY

LE CANDELE ILLUMINANO LA STRADA DA SEGUIRE

La fotografia dell aprile 2002 a VeronaL Romani spagnola invita i giovani Rom a Budapest dal 21 al 28 maggio 2006 per una giornata di studio organizzata dal Forum dei Giovani Rom Europei (Forum of European Roma Young People). Giovani attivisti, dai 18 ai 30 ?massimo 35 anni, impegnati nella ?comunit? e nelle associazioni di Rom e Sinti. La quota di partecipazione di 45 euro, il resto delle spese sar coperto dall?associazione. Il titolo della giornata di studio: La educazione nei Diritti umani nella prospettiva di lavoro dei giovani Rom.
botas ugg primark Archivio Romano Lil giornata